Blog: http://Zannadentro.ilcannocchiale.it

Senza pudore

Estratti dalla lettera di Berlusconi a Repubblica pubblicata Domenica 7 Agosto:

Osservo soltanto che si tratta di una legge severa, che affida il controllo ad autorità indipendenti e che è stata approvata definitivamente, dai due rami del Parlamento, soltanto grazie alla determinazione dell'attuale maggioranza.

(Nonostante la severità della legge e l'affidamento (ma quando mai) del controllo ad autorìtà indipendenti, come evidenziato nel post precedente, il nostro Pres. del Cons. si è sentito in dovere di fugare voci sul suo interesse a scalare Rcs e tempo fa si è portato a casa pacchi di milioni di euro vendendo il 16,68% di Mediaset)

Rispetto a questa legge non c'è stato atto governativo che sia stato ritenuto illegittimo e dunque volto a favorire i miei interessi, economici o di qualunque altro genere. In assenza di atti ufficiali, fossero pure di semplice natura istruttoria, nessuno è titolato a sostenere la tesi che il governo sia condizionato dal conflitto d'interesse. Farlo equivale a emettere condanna nei confronti di qualcuno prima ancora che si istruisca un processo. Un atteggiamento totalmente illiberale, questo sì, distorsivo dello Stato di diritto.

(Il liberale de noantri che ha un'idea distorta dello Stato di diritto minaccia chinque mette in discussione la sua parola)

Mi viene il vomito!

Pubblicato il 10/8/2005 alle 12.51 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web